domenica 30 maggio 2010

L'album di Vienna prosegue

Pin It
Ok, un po' a rilento ma almeno procede, queste sono altre due pagine dell'album delle vacanze dell'anno scorso.

La prima è dedicata al CIBO DA PASSEGGIO, come indica anche il titolo. La realizzazione è stata semplicissima: ho composto la pagina in un 30x30 digitale lasciando "un buco" nel centro dove poter scrivere titolo e journaling, Quindi ho fatto stampare da photocity la pagina intera su carta satinata (da sempre preferisco la carta satinata alla lucida per le foto). Quindi ho ritagliato il bianco nel centro ed ho stampato su della carta coriandolo il titolo e il jornaling. Per la scritta CIBO ho scelto un font con il solo contorno: l'interno l'ho poi colorato con i pastelli acquarellabili.


Un particolare del cestino da "pic-nic" sempre del set Papertray

Questa seconda pagina, invece, è dedicata al viaggio di ritorno, anche questa semplice semplice ma con un particolare che a me piace molto: gli aeroplanini stampati e colorati con gli acqurelli e le scritte che formano le scie formano il journaling. La scritta del titolo, invece, è tagliata con la bigshot e l'alfabeto wet paint sia in marrone (che fa l'ombra) che in azzurro.

venerdì 28 maggio 2010

Smooch spritz

Pin It
L'altra sera ero proprio in vene di esperimenti e così ecco un'altra prova fatta proprio in 2 minuti.
Partiamo da qua: ho preso un bel cartoncino bianco, le sagome di una farfalla ritagliata nella carta da riciclare e la mitica colla zig (che potete trovare da Impronte d'autore). Ora perchè la colla? Semplice, avevo paura che spruzzando da vicino il cartoncino con lo smooch potesse "far volare via le farfalle". Questa colla ha un'interessante peculiarità: se viene stesa sull'oggetto da "incollare" e questo subito posizionato, allora la colla diventa permenente, se invece stendiamo la colla e aspettimao che sia asciutta la colla diventa "riposizionabile" che è proprio quello che mi serviva! Quindi ho dato semplicemente qualche punto di colla qua e là sul retro delle farfalle, aspettato che si asciugasse, ed infine posizionate sul cartoncino bianco, senza paura che potessero scappare via.


Smooch spritz alla mano mi sono messa a spruzzare... volevo un effetto molto coprente ed intenso, devo dire che sono bastati pochi spruzzi. (ora devo invece fare delle prove per avere un effetto più sfumato) Fondamentale in questa fase proteggere bene la superficie di lavoro!


Dopo pochi istanti, nonostante continuassi a ripetermi che forse dovevo far asciugare di più, ho tolto la prima maschera

 


Ed ecco il risultato finale. 



giovedì 27 maggio 2010

Stampando con l'acqua e non solo...

Pin It
Ho copiato il titolo di un post di  Jennifer McGuire che per me è sempre fonte di ispirazione e di scopiazzo! Ho visto questa tecnica proprio sul suo blog e non ho potuto fare a meno di provarla.
Questo il mio risultato.

Ma come funziona?
Semplice semplice: partiamo con i materiali
Un tampone distress del colore che preferiamo, un tampone versamark, la polvere perfect pearls, uno spruzzino, un timbro (ho optato per delle foglie del set clear della Stampendous Leaves of Green) e, ovvimanete, un cartoncino bianco. Poi fra i materiali vedete anche un secondo spruzzino: è il Vanilla Smooch Spritz (è un nuovo arrivo nel negozio di impronte d'autore) che ho utilizzato come alternativa alla miscela acqua+perfect pearls per vedere i differenti risultati.
Ma andiamo con ordine. Per prima cosa ho protetto il piano di lavoro con il craft sheet (è incredibilmente comodo per questo genere di lavoro perchè basta avere a portata di mano uno straccetto o un fazzolettino di carta e si pulisce immediatamente la superficie di lavoro sia dall'inchiostro del distress che dalla soluzione di acqua e perfect pearls), quindi ho colorato completamente il cartoncino bianco con il tampone distress (per avere il colore più deciso ho usato direttamente il tampone, altrimenti, si possono usare le spugnette).


Ho inchiostrato il mio timbro cho il versamark


A questo punto nello spruzzino ho messo dell'acqua e un po' di perfect pearls, agitato bene per farli miscelare, quindi spruzzato abbondantemente sul timbro.


Infine ho timbrato sul cartoncino precedentemente colorato con il distress.


Ed ecco il risultato. Si possono fre diverse prove con più o meno acqua, più o meno perfect pearls per trovare i dosaggi che più ci piacciono, e possiamo anche provare a vaporizzare più o meno soluzione sul timbro per avere l'effetto più o meno annacquato.
Una cosa che non ho fatto ma che avrebbe reso il lavoro più gradevole, è quella di togliere la soluzione di acqua e perfect pearls in eccesso sulla base del timbro... basta un fazzolettino di carta per toglierla.


Stessa tecnica provata con il Vanilla Smooch Spritz


e questi i due risultati messi a confronto



Direi ottimi entrambi, forse la resa dello Smooch Spritz è leggermente più argentata. Infine per pulire la base di acrilico e il timbro ho utilizzato lo StazOn Cleaner (perchè acqua e sapone non bastavano... devo provare con il pulitore normale, magari basta anche lui.)



Questa tecnica mi intrega notevolmente, proverò anche a spruzzare la soluzione dopo aver colorato il timbro con i pennarelli acquarellabili impress.

lunedì 24 maggio 2010

Megaconvention Scrap a Milano

Pin It
Ed eccoci, anche la Megaconvention Scrap qui a Milano, questa volta si giocava in casa, si è conclusa.
E' stato bello rivedere amiche che per un motivo o per l'altro non si vedevano da parecchio tempo, e soprattutto conoscere "fisicamente" chi si nascondeva dietro ad una mail.
Quindi il primo ringraziamento va ad Elisa che ha organizzato il tutto!
Un bacio grande a Nadia e al suo piccolo ometto che ho rivisto con immenso piacere, a Ceclia, nostra vicina di stand, a tutte le ragazze ASI che si sono date il cambio durante questi due giorni... Roberta, Silva, Manu con la sua piccola e adorabile Giorgia, Stefania, Barbara , Bianca, Barbara, Dada e Mara. Un ringraziamento speciale a Cristina, con cui ho amabilmete chiacchierato, Barbara e Bianca che mi hanno gentilmente riportato a casa... a Sabry di Hobby di Carta che è sempre un piacere rivedere e con la quale non smetterei mai di chiacchierare... ora dimentico sicuramente qualcuna... ma sapete: l'età e la stanchezza non sono un connubio perfetto!

Questo lo spazio di Impronte d'Autore dedicato alla vendita regno indiscusso di Ermanna e Francesca in fase "iper-attiva". Mentre nell'altra sala si svolgevano i corsi.


Qui il team del sabato dell'associazione ASI

 

 

Lo spazio dedicato ai LO che per la giornata di Sabato erano davvero tanti


E poi c'era lo spazio dedicato ai corsi.
Ci sono stati quelli di Alessia sui materiali di recupero nei LO, quelli di Barbara di Timbri scrap mania sulla colorazione dei timbri e infine, ma non per ultime, Erika e Sissy di Mani di Fata con i loro progetti colorati e ricchi di dettagli e spunti interessanti.
E poi c'ero anch'io: durante tutte e due le giornate ho tenuto un mini-corso per realizzare una card Flip-flop: semplice ma d'effetto! e che, per fortuna, sembra aver riscontrato il favore delle corsiste che si sono date da fare per realizzare la loro card. Quindi un grande GRAZIE a tutte voi che avete partecipato!


Abbiamo usato cartoncino bazzill per la base, carta pattern per la decorazione, timbri penny black clear (It's your Day e Piece of my Hearth), polveri da rilievo (clear), sfumini da dito, embosser e tamponi colorati per timbrare la card ed infine il pennello a punta fine con il serbatoio e i pennarelli acquarellabili impress per la colorazione dei timbri. Insomma le ho tenute belle impegnate!
Il corso di sabato pomeriggio

 


 





La domenica il numero delle partecipanti si è drasticamente ridotto... forse la splendida giornata, dopo tanto e tanto brutto tempo, ha fatto preferire qualche bella scampagnata fuggendo da Milano. Comunque ecco le corsiste della mattina




E quelle del pomeriggio




Ma veniamo alla parte succulenta...sia sabato che domenica c'è stata l'estrazione della lotteria. I premi erano belli importanti:

 3° premio
2° premio (quello a cui io puntavo...)

1° premio... il sogno dei desideri di tante scrapper (che io ho già nella versione blu, quella vecchia)
Ecco bene... sabato ho comprato la bellezza di 5 biglietti (il bliglietto costava pochissimo 1€ e visto i premi ne valeva assolutamente la pena) ovviamente ho preso il mio numero preferito: il 19 e visto che c'erano 5 blocchetti di colori differenti ho preso il 19 per ogni colore.
Con gran tristezza la manina di Francesca, sabato, non ha pescato il 19 ma quella gran fortunella di Sissy di Mani di Fata ha vinto il primo premio, ed ha anche ritirato il secondo premio (se non ricordo male) per una ragazza che era dovuta andare e le aveva lasciato in custodia il biglietto... quindo un'esagerazione di fortuna!
Così domenica ho comprato un solo biglietto: il 19 bianco e l'ho dato in custodia a Sissy... non si sa mai... ed infatti il "non si sa mai" ha decisamente funzionato!
Vabbè, io puntavo al trolley ... però come ci si può lamentare di aver vinto il primo premio???? Non si può quindi GRAZIE SISSY! Oggi devo ricordarmi di giocare i nostri numeri al lotto: 19 e 4... tra l'atro è la mia data di nascita!!
Ed ecco il premio che troneggia a casa mia sul tavolo della cucina... ovviamente bello in primo piano il biglietto.

mercoledì 19 maggio 2010

Busta scrapposa porta-soldini

Pin It
Un amico/collega di lavoro parte per andare "a dare una mano" in un Villaggio etiope per 3 mesi. Quando ho chiesto di cosa avevano bisogno mi ha risposto, per farla breve, soldi (devono acquistare dei serbatoi per la raccolta dell'acqua). Così ho pensato di preparare questa busta-porta-soldi un po' scrapposa. La realizzazione è semplicissima: partendo da un cartoncino bazzil ho tagliato la sagoma che vedete qui sotto.

Quindi con un perforatore lineare ho decorato il bordo di quella che sarà la patelletta di chiusura. Ho chiuso la busta piegando le alette verso l'interno e mettendoci del biadesivo. Per decorarla ho usato un foglio adesivo con una decorazione floreale dei blocchetti spettacolari che vende Impronte d'autore. Per la chiusura della busta ho fustellato, utilizzando la bigshot e le nestabilities,  un cerchio scallopp nel bazzil marrone e un cerchio nel bazzill crema. Quindi nel cerchio ho timbrato una farfalla del set Butterfly Dreams della Papertrey-ink (regalo spettacolare di compleanno fattomi da Ila) con inchiostro impress ad asciugatura rapida. Nel cartoncino crema ho fustellato la sagoma della farfalla (sempre regalo di Ila) e ho timbrato, con lo stesso colore,  anche sulla sagoma. Quindi ho attaccato, con del biadesivo spessorato la farfalla fustellata su quella timbrata sul cerchio. Avrei voluto attaccarle le antennine fatte con il fil di ferro ma chissà come arriverebbero, quindi ho optato per la soluzione più semplice: niente antennine. Ho incolalto il cerchio sul cerchio scallop e infine, con il biadesivo spessorato, messo solo sulla parte inferiore del cerchio scallop, ho incolalto il tutto alla busta, in modo che la patelletta si potesse incastrare sotto il cerchio scallop e tenere la busta chiusa.

martedì 18 maggio 2010

Ma parlo ancora di regali?

Pin It
E si, perchè si sa che i miei tempi sono biblici... ed ecco il regalo di Ila per il mio compleanno (ormai quasi un mese fa).
Non trovate che già la tag sia semplicemente uno spettacolo? Eccola vista di fronte


E questa è invece vista da dietro


Subito è finita ad impreziosire  la mia inseparabile borsa-scrap: sta benissimo!


Ma ora che la vostra curiosità è salita a mille volete sapere cosa conteneva quell'adorabile pacchetto? Dei favolosi e strabilianti timbri della Papertray-ink. Non solo il set delle farfalle ma anche la fustellina per bigshot associata ai timbri: che dire ..... uno spettacolo!
Quindi che dire alla persona che rende ancora più speciale per me lo scrap con la sua amicizia e le sue mille idee?
Grazie Ila! Ti voglio bene!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...