venerdì 9 settembre 2011

Oggi Andrea mi ha portata a Gubbio

Pin It
La mattinata inizia lenta con una buona colazione durante la quale scegliamo di visitare Gubbio.


Gubbio è a una ventina di Km da Umbertide e programmiamo il navigatore (che amorevolmente chiamiamo Melchiorre 3000) per Viale del teatro romano a Gubbio. Seguendo il consiglio della proprietaria dell’agriturismo, che è anche il consiglio della guida, lasciamo la macchina in uno dei tanti parcheggi qui vicino e arriviamo a Gubbio “dal basso” permettendoci di ammirare il panorama della città distribuita lungo grandi fasce orizzontali alle pendici del monte Ingino.

Appena parcheggiato ci imbattiamo nelle doppie arcate del teatro romano, quindi ci spostiamo in piazza quaranta martiri per iniziare la nostra ascesa, prima di iniziare visitiamo la chiesa di San Francesco e da qui si inizia a scarpinare davvero. Passin passetto arriviamo prima in Piazza della Signoria dove ammiriamo, oltre allo spettacolare panorama, il Palazzo dei Consoli, quindi ci dirigiamo verso il Duomo e, tanto per cambiare, ancora salite!

Sulla strada decidiamo di fermarci a prendere due panini con il prosciutto di cinghiale che saranno il nostro pranzo. Quindi ricominciamo a salire. Dopo la visita al Duomo, da camminatori infaticabili, ci dirigiamo verso la funivia… ok camminare ma a tutto c’è un limite. La Funivia è spettacolare e ci permette di scattare un’esagerazione di foto al panorama che si stende sotto di noi.

Arrivati in cima la fame inizia a farsi sentire e approfittiamo di un bel tavolino da pic-nic posto all’ombra degli alberi per fermarci a mangiare.

Dopo il giusto relax riprendiamo a salire per arrivare alla basilica di S. Ubaldo dove sono custoditi i “3 Ceri” simbolo e passione di ogni eugubino, poi di nuovo sulla funivia per scendere e ancora, sotto i nostri occhi, un panorama incredibile.

Una volta scesi ci dirigiamo verso la fontana dei Matti (potevamo non andarci?) per poi scendere a vedere la Chiesa di san Giovanni e poi ancora giù fino alla Chiesa di S. Pietro. In ogni nostro spostamento restiamo affascinati da questa città: ogni scorcio, ogni angolo è “da cartolina”.
Non paghi dei Km percorsi continuiamo la nostra scarpinata alla ricerca dei siti archeologici: il teatro romano l’abbiamo già visto, ora andiamo verso il Mausoleo romano che troviamo nel centro di un campo. A questo punto sono passate le 16.00 e le gambe iniziano a risentire dei tanti Sali-scendi decidiamo quindi di fare una veloce spesa alla coop che troviamo proprio dall’altra parte della strada rispetto al mausoleo e quindi torniamo verso l’auto.
Poco dopo le 17.00 siamo nell’appartamento: il tempo di riposarci un attimo, e decidiamo di andare a caccia di cibo: questa sera ceniamo a “casa”. Quindi di nuovo fuori, a piedi verso il centro storico di Umbertide. Qui c’è l’imbarazzo della scelta ma optiamo, alla fine, per un buon kebeb! Tornati all’agriturismo “apparecchiamo” la tavola a modo nostro e che buona cenetta.

2 commenti:

  1. Quel tavolo lì ci vorrebbe proprio in casa mia: dovrei buttar giù parecchi muri per farcelo entrare ma almeno i miei figli non litigherebbero più per le gomitate! ^^

    Che belle pause vi state regalando: che le vostre giornate siano sempre serene come queste ultime! :)

    RispondiElimina
  2. Ma che belloooooo, pensare che quest'anno le vacanze avrei voluto farle in Umbria, poi la destinazione è stata "cambiata" all'ultimo, però questi posti meravigliosi mi rimangono nel cuore, e prima o poi ci voglio andare.....Il tuo sorriso ci fa capire che sei stata benissimo!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...