venerdì 10 settembre 2010

1 giorno 3 musei

Pin It
Ci siamo svegliati con una triste pioggiarellina e un cielo grigio grigio. Ma noi eravamo preparati ed è quindi scattato il piano B, chiamato anche piano Maltempo: la visita ai musei. Da questo punto di vista Berlino offre un’ampissima scelta e quale posto scegliere se non l’isola dei Musei? Dopo una veloce colazione da Dunkin Donuts, dove abbiamo avuto modo di preparare un piano d’azione, ci dirigiamo alla stazione della DB per prendere un treno in direzione Friedrich str, la fermata più comoda per raggiungere la nostra meta. Quando usciamo dalla stazione inizia a piovere:che sfortuna! Vabbè, dopo poca strada arriviamo al primo museo scelto: il Pergamonmuseum.

Arriviamo appena aperto e c’è già coda per i biglietti. Optiamo per la soluzione del ticket area che permette di entrare in diversi musei dell’isola quindi via con il tour. Entrati nella prima sala (se così si può definire) veniamo colpiti dalla maestosità dell’Altare di Pergamo, ma le emozioni continuano alla vista della porta del mercato di Mileto. Il museo è semplicemente stupendo e il tempo passa senza che neppure ce ne accorgiamo. Alle 12.00 usciamo in direzione del Neues Museum dove ad incantarci è la favolosa collezione egizia la cui stella più luminosa è sicuramente il famoso busto della regina Nefertiti. Ma l’egitto, si sa, è un po’ una mia mania e mi sono fatta stregare dalla vasta collezione di papiri e sarcofagi. Anche se all’ultimo piano del museo troviamo un riferimento ad un “amico” al mitico Oetzi! Anche qui il tempo vola e la fame inizia a farsi sentire, quindi ci dirigiamo verso il Duomo per cercare un posticino dove pranzare al volo e troviamo un panetteria con dei bei tavolini. Ritemprati dal pranzo ci dirigiamo verso l’ Arte National Galerie, tante le opere esposte, ma ormai siamo veramente stanchi e decidiamo di tornare verso l’albergo. Verso le 18.00 siamo in albergo per un riposino prima di cena. Ma veramente infaticabili alle 19.00 circa ci ributtiamo nella vita berlinese e decidiamo di mangiarci un gustoso kebab vagabondando per le vie sempre affollate di turisti e berlinesi. Prima di rientrare in albergo facciamo tappa da Saturn per prendere le pile ricaricabili per la fotocamera di Andrea, da lì, anziché uscire nuovamente verso la strada, usciamo nel complesso dell’Europa-Center.

Essendo quasi le 21.00 molti negozi sono già chiusi ma la visione d’insieme è comunque impressionante. Prima di tornare in albergo tappa forzata a per fotografare la chiesa della Memoria del Kaiser Guglielmo. Qui si conclude il secondo giorno a Berlino.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...